BookCrossing nelle strutture per anziani di Società Dolce

“Libro Vagabondo”, l’iniziativa di BookCrossing del Centro Giusti di Pianoro
Postazione BookCrossing all’esterno del Centro socio-ricreativo “Enrico Giusti” di Pianoro

“Chi non legge – sosteneva Umberto Eco – a 70 anni avrà vissuto una sola vita: la propria. Chi legge avrà vissuto 5000 anni: c’era quando Caino uccise Abele, quando Renzo sposò Lucia, quando Leopardi ammirava l’infinito… perché la lettura è un’immortalità all’indietro.”

Dai centri diurni di Parma e Bologna alle strutture residenziali, molti servizi per anziani di Società Dolce hanno sposato questo pensiero già da alcuni anni,  organizzando postazioni dedicate al BookCrossing, letteralmente “passaggio di libri”. Grazie a queste “librerie all’aperto”, grandi e piccini possono lasciare un libro o riceverne uno, creando così uno scambio continuo di risorse e saperi.
Il BookCrossing consiste infatti in una serie di iniziative volontarie e completamente gratuite, la cui idea di base è quella di lasciare libri dovunque si preferisca, affinché possano essere ritrovati e quindi letti da altri. Un fenomeno mondiale con un bellissimo principio di fondo: rendere il mondo una biblioteca.

Per gli anziani, ospiti delle strutture residenziali e semi-residenziali di Società Dolce, il BookCrossing è diventato un’occasione non solo per mantenere la mente allenata attraverso la lettura e la costruzione “fai-da-te” delle postazioni ma, soprattutto, si è trasformato in un prezioso momento di relazione e condivisione tra loro e con il territorio: il BookCrossing infatti coinvolge spesso anche altre realtà territoriali, come ad esempio le scuole.

Leggi anche “BookCrossing al Centro Diurno Cittadella di Parma”

Postazione BookCrossing al centro diurno “Cittadella” di Parma
24 Settembre 2019

Leave a reply

Devi essere connesso per inviare un commento.